Più attenti!

anima

Ho appreso stamattina la notizia che in un paese qui vicino un uomo ha ucciso la moglie a coltellate e ferito la figlia.

Non voglio chiedermi come sia possibile odiare così tanto da ammazzare, rischierei di giudicare e non serve a nulla.

Vorrei però affrontare brevemente due punti che mi toccano personalmente.

Ormai sono talmente abituato a sentire nei TG tragedie che quasi non ci faccio più caso, quasi come se omicidi siano diventati un fatto normale. Poi quando capitano questi fatti vicino a me allora ci penso? Come posso essere così insensibile?

La donna uccisa era una professoressa del liceo che ho frequentato anch’io, non è mai stata mia insegnante, ma la conoscevo di vista. Ho ascoltato un’intervista fatta a una sua collega questa mattina. Ha usato più o meno queste parole: “Insegnava qui da 23 anni, io e lei eravamo amiche, eppure nessuno di noi si è mai accorto della tragedia personale che stava vivendo”.

Purtroppo è vero, siamo tutti talmente concentrati su noi stessi, che spesso ci rendiamo conto della sofferenza degli altri quando ormai è troppo tardi.

Signore, rendici più attenti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.