Lucio Dalla: il suo primo tempo!

La carriera musicale e artistica di Lucio Dalla, nato a Bologna il 4 Marzo 1943, ma di origini pugliesi, è durata cinquanta anni. Da giovane suona con il gruppo musicale “Gli Idoli”, poi attraversa varie fasi, nelle quali sperimenta anche la musica pop e jazz.

Successivamente si dedica alla canzone d’autore, diventando uno degli artisti italiani più apprezzati anche all’estero.

A soli ventuno anni Lucio Dalla incide il primo quarantacinque giri, mentre nel 1964 esordisce al “Cantagiro”con un brano scritto per lui da Gino Paoli, che però non riscuote molto successo.

Nel 1967 partecipa al Festival di Sanremo con la canzone “Bisogna saper perdere”, e nello stesso anno recita nel film “I sovversivi” diretto dai fratelli Taviani. La pellicola viene premiata alla “Mostra di Venezia”.

Nel 1971 Dalla si ripresenta al Festival di Sanremo, con la canzone intitolata “4/3/1943”, e si piazza al terzo posto. Il titolo originario del pezzo è “Gesù Bambino”, cambiato poco prima della manifestazione canora perché ritenuto irrispettoso. L’anno dopo spopola a Sanremo con la famosissima canzone intitolata “Piazza Grande”.

Nel 1973 Lucio Dalla comincia a collaborare con Roberto Roversi, un poeta bolognese. Il connubio artistico dura quattro anni, durante i quali vengono composte le più belle canzoni di Dalla.

Nel 1975, invece, il cantante stringe un sodalizio con Francesco De Gregori, con il quale tiene anche alcuni concerti. Negli anni Ottanta Lucio Dalla si affianca al gruppo musicale degli “Stadio” e nel 1988 nasce il duo “Dalla/Morandi”, che conquista il pubblico. Lucio Dalla muore mentre è in tourneè a Ginevra, in Svizzera, il 1° Marzo 2012. Il cantante è stato colpito da un infarto fulminante.

Grazie a Beatrice per la proposta della canzone!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.