Afferrà questo istante e stringi più che puoi…

 

Lunedì si è spento improvvisamente un ragazzo che conoscevo bene. Come potete notare da come è impostato il blog, dai video e dalla mia presentazione sono credente, ma vi assicuro che la morte mette in crisi tutti, il distacco da una persona a cui vuoi bene fa male, anche se si è certi che le persone che coloro che partono da questo modo stanno decisamente meglio perché tornato finalmente a casa.

Questo ci deve far riflettere: la vita è un dono, non sappiamo quanto durerà quindi è proprio per questo abbiamo il dovere di sfruttare la questo regalo completamente gratuito e viverlo più che possiamo. La canzone parla da sola, la considero terapeutica dovremo ascoltarla ogni giorno per stare meglio. La prima regola perciò è. AMARE LA NOSTRA VITA IL PIÙ POSSIBILE!

I Vostri commenti:

Sara:

secondo me questa canzone da un importante consiglio, cioè quello di vivere la vita “più che puoi”, fino in fondo. Perché non si sa mai quando il nostro viaggio finirà!

Valentina:

Caro amichetto ti ringrazio per prima cosa per i due bellissimi video che hai messo con le canzoni del mio mito Venditti…ora ritornando alla sfida, io ho interpretato cosi la canzone che la vita va vissuta fino in fondo, assaporarla lentamente ma soprattutto fare quello che il proprio cuore ci consiglia e non seguire sempre la mente!! Questo riguarda sia l’amore, la propria vita, sogni e desideri, mai rinnegarli per far piacere ad altri perchè poi tradiamo noi stessi! Quindi come dice la canzone “siamo noi che abbiamo ancora voglia di stupire noi”. Bisogna vivere la vita come è meglio per noi..Ciao tvb baci

Vorrei ora ricordare con questo video un amico di tutti che proprio nella notte del 13 febbraio di sei anni fa, ha affrontato la sua “ultima salita”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.